Chiara Malerba nasce a Rho, in provincia di Milano, il 2 aprile del 1978 da una famiglia di artisti e artigiani. Cresce in questo ambiente che le permette di sviluppare una certa indipendenza di pensiero tanto da consentirle di trascendere le regole stesse che qui ha appreso. All’età di ventuno anni inizia il suo percorso spirituale: si avvicina per la prima volta alle esperienze extracorporee e intraprende studi su oobe, nde e sogni lucidi. Come metodo di indagine utilizza soprattutto la pratica su sé stessa oltre allo studio teorico. Inizia a praticare Tao Yoga e Chikung ed ad applicarsi nella meditazione Vipassana. Scopre che queste discipline influenzano piacevolmente l’attività onirica: con lo scorrere dell’energia, infatti, si può navigare all’interno del proprio microcosmo interiore, interagendo con esso, così come ci si rapporta nella quotidianità con il macrocosmo esterno. Nel 2015 partecipa ad un concorso letterario indetto dalla casa editrice Risveglio Edizioni e lo vince, grazie al racconto “Il Primo Incontro”, che verrà pubblicato per la prima volta, lo stesso anno, come romanzo breve, e che sarà il primo della saga “La Grande Onda” I romanzi che scrive sono di genere fantascientifico, e si basano proprio sui sogni.